Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Organigramma

organigramma 16 17

CONSIGLIO DI ISTITUTO

È l'organo di governo della scuola a carattere deliberativo e consultivo; dura in carica tre anni.

Composizione:

Un genitore con funzione di presidente, 3 genitori, il Dirigente, 8 docenti, 2 rappresentanti del personale ATA, il DSGA, convocato per la parte prettamente amministrativa.

Competenze:

  • Ha potere deliberante nei limiti delle disponibilità di bilancio, nell'ambito dell'organizzazione e della programmazione della vita e delle attività della scuola. Sentito il Collegio dei Docenti, stabilisce il calendario scolastico e l'adattamento dell'orario delle lezioni, fornisce i criteri per la formazione delle classi.
  • Ha potere consultivo: esprime un parere sull'andamento generale, didattico e amministrativo.

Del Consiglio d'Istituto fa parte la Giunta esecutiva, che svolge il lavoro preliminare ed esegue le delibere.

Composizione: Dirigente, DSGA, un docente, un genitore, un rappresentante del personale ATA.

DIRIGENTE SCOLASTICO

Il Dirigente Scolastico assicura la gestione unitaria dell'istituzione, ne ha la legale rappresentanza, è responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio.

Nel rispetto delle competenze degli organi collegiali scolastici, spettano al Dirigente Scolastico autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane. In particolare, il Dirigente Scolastico organizza l'attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia formative ed è titolare delle relazioni sindacali.

Nell'esercizio delle competenze, il Dirigente Scolastico promuove gli interventi per assicurare le qualità dei processi formativi e la collaborazione delle risorse culturali, professionali, sociali ed economiche del territorio, per l'esercizio della libertà d'insegnamento, intesa anche come libertà di ricerca e innovazione metodologica e didattica, per l'esercizio della libertà di scelta educativa delle famiglie e per l'attuazione del diritto all'apprendimento da parte degli alunni (art. 25 legge 165/2001) .

Il Dirigente è coadiuvato da uno Staff di Direzione, del quale fanno parte i collaboratori nominati dallo stesso, i responsabili dei diversi plessi e del C.T.P.

STAFF DIRIGENZIALE

l Dirigente Scolastico può avvalersi, nello svolgimento delle proprie funzioni organizzative e gestionali, della collaborazione di docenti da lui individuati sulla base della normativa vigente. La scelta è effettuata secondo criteri di efficienza ed efficacia nel servizio scolastico.

I collaboratori del Dirigente Scolastico, per l'anno scolastico 2013-2014, sono:

  • la Prof.ssa  Calogera Barone, collaboratrice con funzioni vicarie, con specifici compiti di collaborazione con il Dirigente nei rapporti con gli alunni, con le famiglie, con i docenti, con il personale A.T.A e con le Istituzioni esterne (pubbliche e private).
  • la Prof.ssa Sonja De Rosa, con specifici compiti di collaborazione con il Dirigente nei rapporti con gli alunni, con le famiglie, con i docenti, con il personale ATA e con le Istituzioni esterne (pubbliche e private) in stretta sinergia con la Collaboratrice Vicaria.

Altri collaboratori:

  • Responsabili di plesso: Prof.ssa Cusimano Rosa Pia (plesso Villarosa), Insegnante Maria Buttitta (plesso Karol Wojtyla - Scuola primaria e infanzia), Prof. Boscarello Antonio ((plesso Karol Wojtyla - Scuola Secondaria di I grado)
  • Responsabile del C.T.P. Bagheria: Prof.ssa Angela Maria Miceli
  • Responsabile del C.T.P. Villabate: Prof.ssa Eleonora Campanella
  • Responsabile del C.T.P. Misilmeri: Prof.ssa Eliana Corrao

I responsabili hanno il compito di collaborare con il Capo di Istituto nell'organizzazione del servizio nella rispettiva sede, di vigilare sul regolare funzionamento, di rilevare i bisogni e di provvedervi nell'ambito delle competenze loro delegate o di riferirne tempestivamente al Dirigente.

Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (D.S.G.A.)

Il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA), Sig.ra Emilia Clemente, sovrintende ai servizi amministrativo-contabili e ne cura l'organizzazione. Ha autonomia operativa e responsabilità diretta nella definizione ed esecuzione degli atti amministrativo-contabili, di ragioneria e di economato, anche con rilevanza esterna.

Ai sensi e per gli effetti dell'art. 25 bis D. L.vo 29/93 e successive modificazioni ed integrazioni, il Direttore coadiuva il Dirigente nelle proprie funzioni organizzative e amministrative.

Personale ATA

I compiti del personale A.T.A. sono costituiti:

  • dalle attività e mansioni espressamente previste dall'area di appartenenza;
  • da incarichi specifici che, nei limiti delle disponibilità e nell'ambito dei profili professionali, comportano l'assunzione di responsabilità ulteriori, e dallo svolgimento di compiti di particolare responsabilità, rischio o disagio, necessari per la realizzazione del piano dell'offerta formativa, come descritto dal piano delle attività.

L'attribuzione degli incarichi è effettuata dal dirigente scolastico, secondo le modalità, i criteri ed i compensi definiti dalla contrattazione di istituto nell'ambito del piano delle attività.

Collegio dei docenti

Il Collegio dei Docenti è unico ed è costituito dai docenti dei tre ordini di scuola; è convocato unitariamente su argomenti comuni, per settore su argomenti specifici di ciascun ordine.

Il Collegio si articola in Settori (scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado), in Gruppi disciplinari (docenti della stessa area disciplinare) e commissioni.

Funzioni: elaborano l'attività didattica delle rispettive aree, nell'ottica della continuità tra i tre ordini di scuola.

Consiglio di Classe

Funzioni: ha il compito di formulare al collegio dei docenti proposte in ordine all'azione educativa e didattica e a iniziative di sperimentazione nonché quello di agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra docenti, genitori ed alunni.

Fra le mansioni del consiglio di classe rientra anche quello relativo ai provvedimenti disciplinari a carico degli studenti.

Commissioni:

  • Commissione Continuità e Orientamento
  • Commissione Dispersione scolastica
  • Nucleo valutazione di Istituto
  • Commissione Educazione alla legalità
  • Commissione Educazione alla salute
  • Commissione Visite guidate e viaggi di istruzione
  • Commissione Comenius

Funzioni: rendono più funzionale ed agile il lavoro del Collegio, veicolano il lavoro programmato nel POF e ne rendono possibile l'attuazione.

I gruppi disciplinari e le commissioni vengono coordinati da docenti referenti e si riuniscono su convocazione o autorizzazione del Capo di Istituto.

Funzioni strumentali

Le Funzioni Strumentali al POF sono individuate dal Collegio dei Docenti sulla base dei progetti presentati. Esse coordinano l'ampliamento dell'offerta formativa su cui il Collegio Docenti ha espresso il proprio indirizzo.

Il Collegio dei docenti prevede, per il corrente anno scolastico, 5 funzioni strumentali relative alle seguenti aree:

AREA 1– Gestione del piano dell'Offerta Formativa

  • 1 A  - Coordinamento e monitoraggio della progettazione del curricolo verticale. Coordinamento, monitoraggio e valutazione delle attività del Piano dell'Offerta Formativa

AREA 3 - Interventi e servizi per gli studenti

  • 3 A   Coordinamento delle attività di compensazione, integrazione e recupero attivate a favore degli alunni
  • 3 B  Coordinamento, tutoraggio e monitoraggio delle attività di continuità, di orientamento e recupero attivate a favore degli alunni
  • 3 C Coordinamento, tutoraggio e monitoraggio delle attività e delle iniziative tese a ridurre il fenomeno della dispersione scolastica

AREA 4 - Realizzazione di progetti formativi con enti esterni

  • 4 A Coordinamento dei rapporti con Enti pubblici o Aziende anche per la realizzazione di stage formativi
    Coordinamento delle attività da progettare e attuare in collaborazione con gli enti di formazione professionale
    Coordinamento delle attività di scuola-lavoro e di stage formativi
  • 4 B Sviluppo dell'area tecnologica a servizio della diffusione della pratica di educazione permanente che la scuola realizza anche in riferimento ad accordi e collaborazioni con enti esterni 

I responsabili hanno il compito di collaborare con il Capo di Istituto nell’organizzazione del servizio nella rispettiva sede, di vigilare sul regolare funzionamento, di rilevare i bisogni e di provvedervi nell’ambito delle competenze loro delegate o di riferirne tempestivamente al Dirigente.