Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Progetto “Cyberbullismo”

Progetto CyberbullismoIl 9 maggio, nell’aula magna del nostro istituto, si è tenuta la manifestazione finale di un progetto su un tema molto attuale: il “cyberbullismo”, un fenomeno sociale che sta diventando davvero allarmante, tanto che il Ministero della Pubblica Istruzione ha ritenuto necessario intervenire in merito, invitando non solo la Scuola ma anche tutti gli enti presenti in un territorio ad organizzare diverse attività di informazione, sensibilizzazione e prevenzione sul “cyberbullismo”.

Ma cos’è il “cyberbullismo”? Per “cyberbullismo” s’intendono tutti quegli atti di violenza psicologica, compiuti attraverso l’utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione (cellulare, chat, social network, ...) e reiterati nel tempo.

Pertanto il “Rotary club” di Bagheria, in collaborazione con il nostro Istituto, ha ritenuto opportuno programmare un percorso di attività che ha previsto una serie di incontri curriculari destinati alle classi prime della scuola secondaria di I grado al fine di sensibilizzare i giovani e dare loro “istruzioni” sull’uso delle nuove tecnologie, per metterli in guardia su ciò che si può e ciò che non si deve fare su internet, per essere più consapevoli dei rischi che vi si possono correre e su come si possono affrontare.

Alla manifestazione sono intervenuti, oltre ad una rappresentanza degli alunni delle classi prime, il Dott. F. Padovano, Presidente del Rotary club, il Dott. E. Zangara, Vicepresidente del Rotary club, il Dott. Castelli, Segretario del Rotary club, la Dott.ssa T. Dino, Dirigente scolastico, la Prof.ssa R. Cusimano, referente del progetto, la Dott.ssa Di Pasquale, la Dott.ssa Franzone, la Dott.ssa Spanò, che hanno tenuto gli incontri con gli alunni.

Durante i primi incontri, sono stati proiettati dei video inerenti l’argomento da trattare; dopo i primi incontri informativi, sono state proposte delle attività in classe, che sono state svolte dai ragazzi con grande entusiasmo, interesse e partecipazione.
Durante la manifestazione di oggi, si è cercato di ripercorrere le tappe più significative del progetto, sollecitando anche i ragazzi ad intervenire sull’argomento e soprattutto raccomandandosi con loro di diffondere ciò che hanno appreso non solo tra i loro coetanei ma anche tra i genitori, che spesso ignari dell’uso che fanno di internet i propri figli si ritrovano a dover affrontare situazioni alquanto spiacevoli non sapendo neppure come venirne fuori.
Infine, il Presidente del Rotary club ha voluto rimarcare l’impegno e la partecipazione dei ragazzi al progetto donando loro un “cartellone”, realizzato dalle dottoresse che hanno tenuto il progetto, che ripropone le attività più significative svolte in classe dai ragazzi e anticipando anche che quest’anno è stato solo l’inizio della nostra collaborazione per la campagna di sensibilizzazione non solo per istruire i giovani ad un uso responsabile e consapevole delle tecnologie informatiche ma anche per offrire alle famiglie l’opportunità di superare il “muro digitale” creatosi tra loro e i propri figli al fine di poterli monitorare ed evitare di imbattersi in questo dilagante problema.

La referente del progetto
Prof.ssa Rosa Cusimano

ozio_gallery_jgallery
Ozio Gallery made with ❤ by turismo.eu/fuerteventura